Benessere psicologico

Richard Carlson, psicoterapeuta americano, scrisse “lo stress non è altro che una forma socialmente accettabile di malattia mentale”.

Immersi in uno stato di ansia, iperattività e ipervigilanza, bombardati da stimoli incessanti di qualsivoglia natura siamo malati di stress, quella reazione nata evolutivamente per preservare la specie umana del mondo antico fatto di pericoli potenzialmente mortali.

Lo stress corrisponde alla famosa reazione di “lotta e fuga” che, attraverso modifiche cardio circolatorie, ormonali e neurotrasmettitoriali, rende l’uomo capace di fuggire da un pericolo estremo e di lottare per la propria vita.

Il problema dell’uomo del 20esimo secolo è che stimoli tutt’altro che potenzialmente mortali innescano gli stessi cambiamenti senza poi che si verifichi l’evento “lotta e fuga”.

Siamo bombardati da cortisolo ed adrenalina senza averne bisogno con incredibili ripercussioni sulla nostra salute psico fisica ed un incremento di patologie quali ansia e depressione, malattie cardiovascolari, tumori, obesità e sindrome metabolica.

Ciò che serve è ristabilire le priorità, ricontattare le proprie emozioni, imparare a lasciar andare le cose superflue, farsi domande su quali obiettivi vogliamo raggiungere ed a quale prezzo, ritrovare il senso del silenzio e della solitudine.

Lo faremo insieme, lasciando ampio spazio al dialogo e all’ascolto durante le visite al fine di comprendere quali comportamenti “tossici” modulare o eliminare e con quali strumenti positivi poterli sostituire.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: